Il lavoro di Cesvi in Italia nasce alle origini come impegno di sensibilizzazione ed educazione alla cittadinanza mondiale.

Al 2011 risalgono invece i primi progetti di co-sviluppo, iniziative mirate alla valorizzazione e al rafforzamento delle comunità migranti per un trasferimento di saperi ai Paesi di origine.

Sempre nel 2011, a seguito della Primavera araba e della crisi nordafricana, Cesvi inaugura i primi interventi per l’accoglienza e protezione di migranti in Italia. Si tratta di percorsi di integrazione o sostegno al rientro nei Paesi di provenienza.

Il progressivo deteriorarsi delle condizioni socio-economiche del nostro Paese ha indotto Cesvi ad accrescere, a partire dal 2012, il proprio impegno in Italia in favore di soggetti vulnerabili e a rischio di esclusione. Sempre maggiore attenzione viene quindi rivolta alla categoria dei Minori Stranieri Non Accompagnati (MSNA), sulla quale nel 2014 si sposta il focus progettuale degli interventi che riguardano i fenomeni migratori.

Da quel momento l’accoglienza, l’integrazione e la tutela dei MSNA diventa uno dei filoni principali del lavoro di Cesvi sul territorio nazionale. Due aspetti in particolare vengono contemplati a livello di progetto: la tutela legale volontaria e l’accompagnamento nel passaggio alla maggiore età attraverso percorsi di supporto all’autonomia socio-economica e abitativa.

Nel 2012 il terremoto in Emilia chiama Cesvi a impiegare la propria esperienza in risposta alle emergenze – maturata nei contesti più drammatici del pianeta – anche sul suolo italiano. Nasce “Emiliani più forti della scossa”, un progetto che offre supporto alla ripresa economica di tre imprese del territorio modenese e fornisce assistenza psicologica a minori e famiglie.

Un impegno solido ed efficace che Cesvi ha replicato in Centro Italia, colpita da un terremoto di magnitudo 6 il 24 agosto 2016. Beneficiari dell’intervento sono stati quasi 4.000 tra bambini, genitori e insegnanti di 168 Istituti scolastici tra Fermo, Macerata e Ascoli Piceno, oltre che gli allevatori di 12 aziende agricole di Amatrice e Leonessa.

Dal 2017 Cesvi ha inaugurato un nuovo filone progettuale volto a prevenire e contrastare il maltrattamento all’infanzia. In partnership con cooperative e associazioni dei territori interessati, Cesvi supporta a vari livelli bambini e famiglie coinvolti in episodi di abusi e trascuratezza.