Contesto Lavorativo

Il programma inclusione di Cesvi in Italia rientra nella più ampia strategia di lavoro della Fondazione in Italia, che vede nella migration e protection i pilastri fondanti per lo sviluppo delle attività. Gli interventi rientranti in questo programma sono gestiti in una logica di filiera e stretta collaborazione con gli attori pubblici e privati impegnati a livello locale in processi di accoglienza e integrazione.

In particolare, Cesvi interviene dal 2014 in Italia per l’inclusione socio-economica, tutela e accompagnamento all’autonomia di Minori Stranieri Non Accompagnati (MSNA) e giovani migranti soli a Siracusa, Catania, Bergamo, Milano, Oristano, Bologna grazie al sostegno di donatori pubblici e privati (fondazioni, aziende).

Il programma inclusione è attivo in provincia di Bergamo dal 2016 anche con un intervento in sostegno di famiglie migranti fragili, nell’obiettivo di rafforzarne le competenze educative e genitoriali, facilitare la relazione con l’istituzione scolastica e con la comunità territoriale.

Nell’ambito del progetto FA.MI.RE.DO Famiglie Migranti Rete Donne  – Cesvi, in partenariato con la Città di Bergamo (capofila), Consorzio Solco Città Aperta, Consorzio Servizi Val Cavallina, Ambito territoriale di Dalmine, intende qualificare il sistema di offerta di servizi socio-assistenziali su un territorio complesso, formato da 43 Comuni organizzati su 3 Ambiti territoriali, con una significativa presenza di popolazione straniera. 3 Le direzioni principali: intervento organizzativo e di governo; formazione e aggiornamento, anche su metodi nuovi; sperimentazione di nuovi approcci e nuove figure intermedie.

Tra le attività sperimentali proposte nel progetto, Cesvi gestisce direttamente quella di peer tutoring in 6 scuole secondarie di secondo grado individuati nell’ambito territoriale di Bergamo, della Val Cavallina e di Dalmine, al fine di rafforzare l’inclusione scolastica di alunni stranieri (NAI e post NAI). Gli studenti destinatari dell’intervento, attraverso un programma formativo, parteciperanno ad un percorso di supporto “tra pari” in cui i tutorati saranno accompagnati in un percorso di integrazione sociale e di apprendimento tramite l’aiuto dei tutor individuati nello stesso gruppo di appartenenza.

Al termine del percorso verrà realizzato un manuale d’uso dell’attività di peer tutoring destinato agli insegnanti degli istituti scolastici individuati nei tre ambiti.

Job Description

Il formatore sarà incaricato della:

  • Preparazione e gestione della formazione dei tutor
  • Supporto nella definizione di linee guida di implementazione dell’attività di peer tutoring.

Il formatore dovrà realizzare un minimo di 24 ore di formazione destinata agli studenti selezionati come peer-tutor entro il 31/01/2022. Le modalità e i tempi della formazione saranno concordati con la Responsabile di Progetto per Cesvi con la quale il formatore dovrà coordinarsi.

L’avvio della collaborazione è prevista a novembre 2020.

N.B. – L’inizio delle attività proposte nel progetto è subordinato al nulla osta a procedere da parte delle scuole secondarie individuate.

Requisiti Essenziali

Pregressa esperienza nel ruolo di formatore/supervisore in attività di tutoraggio tra pari in ambito scolastico

Pregressa esperienza nel lavoro con minori stranieri e alunni stranieri

Conoscenza del territorio di Bergamo e provincia

Conoscenza delle modalità di funzionamento delle istituzioni scolastiche

Competenze interculturali e relazionali

Capacità di lavoro di rete

Capacità di organizzare sessioni di mentoring e accompagnamento on-line / in remoto

Proattività e autonomia

Flessibilità

Buona conoscenza del pacchetto Office (word, excel, power point, outlook) e degli strumenti di navigazione e comunicazione in internet

Dimestichezza nell’utilizzo delle principali piattaforme di comunicazione online (Microsoft Teams, Hangout, Zoom)

Requisiti Desiderabili

Pregressa esperienza di peer-tutor negli istituti scolastici di Bergamo, Val Cavallina e Dalmine

Conoscenza delle dinamiche migratorie di alunni NAI e post NAI

Conoscenza di una seconda lingua (a titolo preferenziale inglese, francese o arabo)

 

Si invitano le persone interessate a inviare la loro candidatura tramite il sito entro il 20/09/2020.

A causa dell’elevato numero di candidature ricevute, non ci è possibile dare un riscontro a tutti i candidati. Solamente i profili che rientrano in short-list e contattati per un primo colloquio verranno aggiornati sullo stato della loro candidatura.