WORK CONTEXT

CESVI opera nel Kurdistan iracheno dal 2018, concentrandosi sui settori dell’Emergency Livelihoods, del Multi-Purpose Cash Transfer, dell’agricoltura, della sicurezza alimentare e attività protection/GBV a favore delle fasce più vulnerabili della popolazione: sfollati interni, rifugiati e comunità ospitanti.

CESVI dispone attualmente di 4 uffici nella regione del Kurdistan iracheno: 1 ufficio di coordinamento a Erbil, 1 ufficio sul campo a Dohuk, uno a Halabja e uno a Sulaymaniyya .

Attualmente sono in fase di attuazione o di avvio 4 progetti finanziati da AICS Amman (Cooperazione Italiana) in Emergency Livelihoods, Cash transfer and Protection/GBV nei governatorati di Erbil, Dohuk, Sulaymaniyya e Halabja.

Nel 2023 CESVI intende aprire un nuovo ufficio di rappresentanza e coordinamento in territorio federale iracheno. A tal fine l’Head of Mission sarà direttamente coinvolto nello sviluppo di progettualità e partnership nell’Iraq Federale, rafforzando le relazioni già esistenti in territorio curdo con ONG, associazioni locali e autorità.

JOB DESCRIPTION

L’inizio della collaborazione è previsto a febbraio 2023.

La sede di lavoro principale sarà Erbil (Kurdistan iracheno), con frequenti visite sul campo in tutto il Kurdistan iracheno e l’Iraq Federale.

L’Head of Mission si coordinerà – a livello HQ – con l’Emergency Area Manager.

L’Head of Mission sarà responsabile delle seguenti attività:

Coordinamento e supervisione generale dei progetti e delle procedure CESVI nel Kurdistan Iracheno:

  • Coordinamento, supervisione e supporto ai progetti in corso (comprese le procedure, l’amministrazione, la rendicontazione e il monitoraggio), supportando i Project Manager e l’amministrazione ove necessario

Supervisione e gestione degli uffici CESVI in Iraq Federale e Kurdistan iracheno

Verifica e monitoraggio della conformità delle azioni di CESVI con la legislazione nazionale

  • Verificare e monitorare il rispetto della legislazione nazionale in materia di registrazione del CESVI nel Kurdistan iracheno e nell’Iraq Federale e di qualsiasi altra disposizione legale che riguardi l’attività delle ONG
  • Assicurare il rispetto delle normative locali e del diritto del lavoro locale

Gestione delle risorse umane e capacity-building

  • Supervisione e gestione del personale espatriato e nazionale, in coordinamento con l’Emergency Area Manager
  • Organizzare e supervisionare il rafforzamento delle capacità e lo sviluppo del personale nazionale, in collaborazione con i Project Manager
  • Condurre incontri periodici con il personale per verificare l’attuazione delle attività di progetto e garantire un supporto in caso di criticità
  • Supervisionare al coordinamento delle attività di capacity building dei partner nazionali, per migliorarne e rafforzarne le capacità

Scrittura e presentazione di nuove proposte di progetto, acquisizione dei donatori

  • Relazionarsi con potenziali donatori istituzionali presenti nel Paese
  • Sviluppare nuove proposte progettuali in riferimento al settore di specializzazione di CESVI e in stretta collaborazione con il team del paese attraverso needs assesments
  • Partecipazione e supervisione dell’intero processo di scrittura delle proposte di progetto in stretta collaborazione con i Project Manager, sotto la guida del Responsabile dell’Area Emergenza e in coordinamento con il PCM & Innovation Advisor
  • Follow-up delle proposte di progetto presentate o in fase di negoziazione con i donatori

Aggiornamento, definizione e sviluppo della strategia

  • Contribuire alla definizione/aggiornamento di un documento strategico nazionale in collaborazione con l’Emergency Area Manager
  • Individuazione dei principali settori di intervento, delle aree e dei bisogni
  • Sviluppare, in coordinamento con il Responsabile dell’Area Emergenza, nuove iniziative di programma e guidare attivamente le operazioni di emergenza in corso verso un programma integrato e regionale a lungo/medio termine

Coordinamento e rappresentanza con stakeholder

  • Gestione e coordinamento delle relazioni con i partner locali e internazionali, in particolare con i membri di Alliance2015, e partecipazione agli incontri di networking per conto di CESVI.
  • Individuare e promuovere possibilità di partnership con ONG internazionali e nazionali, assicurando il processo di due diligence/valutazione dei partner.
  • Rappresentare CESVI di fronte alle autorità locali e nazionali e eventuali altri stakeholders

Supervisione e gestione della sicurezza della missione

Implementazione e supervisione delle Safeguarding policies –Adult at risk/Child Safeguarding/PSEA

REQUISITI ESSENZIALI

Laurea o diploma post-laurea, preferibilmente in Development Studies/ambito umanitario, Economia o altro campo affine

Minimo 4 anni di esperienza con ONG in ruoli internazionali di senior management nella gestione, amministrazione e implementazione di progetti / programmi di emergenza / post-emergenza in Stati fragili o soggetti a crisi prolungate

Esperienza nella gestione di programmi multi-donor e multi-site

Esperienza nella gestione della sicurezza di un Paese o di una missione

Conoscenza dei principali donatori istituzionali: AICS Cooperazione Italiana – UE – ECHO – Agenzie UN

Capacità di scrittura: sviluppo di strategie paese, scrittura di proposte progettuali, reportistica di progetto.

Competenze in budgeting; pianificazione, controllo e reportistica finanziaria

Capacità nella costruzione e nella gestione di partnership oltre che nella cura delle relazioni con donatori, autorità e partner locali

Conoscenza dell’italiano (scritto e parlato)

Conoscenza dell’inglese (scritto e parlato)

REQUISITI DESIDERABILI

Master o Specializzazione post laurea in livelihood / agricoltura e/o protection / diritti umani

Esperienza lavorativa in Iraq o nella regione del Medio Oriente

Familiarità con l’implementazione di progetti in ambito livelihoods e food security, con component di CASH assistance

Esperienze di apertura di sedi/aree di intervento in un nuovo territorio

SAFEGUARDING

CESVI applica una politica di tolleranza zero contro ogni forma di abuso, sfruttamento e/o danno arrecato a un bambino o a un adulto vulnerabile da parte di membri dello staff o dai partner dell’Organizzazione.

L’impegno di CESVI ad essere un’organizzazione sicura inizia con il processo di selezione del personale che prevede controlli meticolosi, quali il controllo del casellario giudiziale o la verifica di condanne precedenti. Questa procedura è finalizzata a garantire la protezione di bambini e di persone vulnerabili e la prevenzione di qualsiasi forma di abuso. Tali verifiche costituiscono parte integrante del processo di selezione del personale.

TU 81-08

CESVI presta particolare attenzione alla salvaguardia della salute di tutte le risorse umane dell’Organizzazione e dunque a tutela del collaboratore è prevista, prima della partenza, la valutazione di idoneità alla posizione per ciascuna missione. Tale valutazione sarà a carico del medico competente dell’Organizzazione, che esaminerà anche le coperture vaccinali, inclusa la vaccinazione anti-Covid19.