CONTESTO LAVORATIVO

Nell’ambito della strategia di lavoro in Italia, che vede nel settore della Protection uno dei pilastri per lo sviluppo delle attività, Cesvi ha avviato un programma che unisce azioni progettuali in diverse città del Paese allo scopo di prevenire e contrastare i fenomeni di trascuratezza, maltrattamento e abuso ai danni di bambini e adolescenti grazie ai partner nei territori aderenti alla rete “IoConto.

Il Programma Italia di Cesvi su questo fronte è in una fase di espansione con l’introduzione di nuovi partner e finanziatori e prevede l’attivazione di diverse progettazioni sul territorio nazionale ampliando gli ambiti di intervento e rafforzando il proprio programma delle Case del Sorriso.
JOB DESCRIPTION

La collaborazione inizierà a Maggio 2021.

Sede di lavoro: Bergamo, con spostamenti sul territorio nazionale, quando richiesto.

La funzione risponde alla Desk Officer ITA

Principali compiti:

E’ responsabile del coordinamento generale e dell’attuazione dei progetti nell’ambito Protection in Italia, sotto la supervisione della Desk Officer (DO).

Supporta la DO nella definizione della strategia operativa nazionale del settore Protection, e del Programma Case del Sorriso in particolare, in base alle esigenze dei territori di intervento di Cesvi.

Garantisce che il portafoglio programmi Protection di Cesvi sia eseguito nel rispetto dei tempi e dei budget, e produca risultati, esiti e impatto previsti.

Coordina i Project Manager incaricati della gestione dei progetti del settore Protection garantendo il rispetto delle policy, processi e procedure interni.

Identifica nuove opportunità di finanziamento in coerenza con la strategia Paese e coordina l’intero processo di preparazione e finalizzazione delle nuove proposte in collaborazione con i Project Manager e sotto la supervisione della DO.

Collabora con le funzioni interne all’Organizzazione nello sviluppo del Programma (Child Protection Officer) e nella capitalizzazione delle esperienze progettuali (MEAL Officer).
REQUISITI ESSENZIALI

Diploma di Laurea Magistrale o titolo superiore in Economia, Scienze Politiche, Giurisprudenza o equivalenti

Almeno 5 anni di comprovata esperienza nella gestione dei programmi, compresa la gestione del ciclo del progetto, la scrittura di proposte, lo sviluppo e la gestione del budget, il reporting interno ed esterno

Esperienza pregressa in gestione di progetti e programmi su infanzia e protezione in Italia

Conoscenza degli strumenti di monitoraggio finanziario e di follow-up

Esperienza dimostrata nel soddisfare elevati standard di monitoraggio e valutazione basati sull’evidenza

Capacità di analisi rapida di questioni molto complesse, forte processo decisionale e traduzione delle priorità in strategie operative

Esperienza con diversi donatori istituzionali e privati (fondazioni e aziende) nella gestione di programmi/progetti e nell’identificazione di nuove opportunità all’interno del settore.

Conoscenza di regole e procedure dei principali donatori nazionali in ambito di protezione

Esperienza di coordinamento (anche da remoto) di risorse umane, capacity building e formazione

Eccellenti capacità interpersonali, comunicazione interculturale e facilità nel gestire un team dislocato in località differenti sul territorio italiano

Capacità di coordinamento e gestione di altri partner di progetto

Ottime capacità nella gestione delle relazioni con enti pubblici e/o privati

Ottime capacità di analisi e problem solving

Ottima capacità di leadership e di risoluzione dei conflitti

Flessibilità

Team working

Buone competenze informatiche

Buona capacità di comunicazione e scrittura in inglese
REQUISITI DESIDERABILI

Conoscenza delle reti operanti in Italia nel settore infanzia e protezione e degli attori locali

 

SAFEGUARDING
Cesvi ha un approccio di tolleranza zero verso qualsiasi danno o sfruttamento di un bambino o di un adulto vulnerabile da parte del nostro staff, dei nostri rappresentanti o partner.
L’impegno di Cesvi ad essere un’organizzazione sicura inizia con il processo di reclutamento del personale che include controlli meticolosi, come i controlli del casellario giudiziale o il controllo della divulgazione di condanne precedenti, per garantire che i bambini e le persone vulnerabili siano salvaguardati e che gli abusi siano prevenuti. I controlli di salvaguardia fanno parte delle prestazioni del processo di selezione.

A causa dell’elevato numero di candidature ricevute, non ci è possibile dare un riscontro a tutti i candidati. Solo i profili che rientrano in shortlist e contattati per un primo colloquio verranno aggiornati sullo stato della loro candidatura.