CONTESTO LAVORATIVO

Il programma inclusione di Cesvi in Italia rientra nella più ampia strategia di lavoro della Fondazione in Italia, che vede nella migration e protection i pilastri fondanti per lo sviluppo delle attività. Gli interventi rientranti in questo programma sono gestiti in una logica di filiera e stretta collaborazione con gli attori pubblici e privati impegnati a livello locale in processi di accoglienza e integrazione.

In particolare, Cesvi interviene dal 2014 in Italia per l’inclusione socio-economica, tutela e accompagnamento all’autonomia di Minori Stranieri Non Accompagnati (MSNA) e giovani migranti soli a Siracusa, Catania, Bergamo, Milano, Oristano, Bologna grazie al sostegno di donatori pubblici e privati (fondazioni, aziende).

Il programma inclusione è attivo in provincia di Bergamo dal 2016 anche con un intervento in sostegno di famiglie migranti fragili, nell’obiettivo di rafforzarne le competenze educative e genitoriali, facilitare la relazione con l’istituzione scolastica e con la comunità territoriale.

Nell’ambito del progetto FA.MI.RE.DO Famiglie Migranti Rete Donne – Cesvi (PROG-2827 FA.MI.RE.DO. CUP H31F19000140007), in partenariato con la Città di Bergamo (capofila), Consorzio Solco Città Aperta, Consorzio Servizi Val Cavallina, Ambito territoriale di Dalmine, intende qualificare il sistema di offerta di servizi socio-assistenziali su un territorio complesso, formato da 43 Comuni organizzati su 3 Ambiti territoriali, con una significativa presenza di popolazione straniera. 3 Le direzioni principali: intervento organizzativo e di governo; formazione e aggiornamento, anche su metodi nuovi; sperimentazione di nuovi approcci e nuove figure intermedie.

Tra le attività sperimentali proposte nel progetto, Cesvi gestisce direttamente quella di peer tutoring in 6 scuole secondarie di secondo grado individuati nell’ambito territoriale di Bergamo, della Val Cavallina e di Dalmine, al fine di rafforzare l’inclusione scolastica di alunni stranieri (NAI e post NAI). Gli studenti destinatari dell’intervento, attraverso un programma formativo, parteciperanno ad un percorso di supporto “tra pari in cui i tutorati saranno accompagnati in un percorso di integrazione sociale e di apprendimento tramite l’aiuto dei tutor individuati nello stesso gruppo di appartenenza.

Al termine del percorso verrà realizzato un manuale d’uso dell’attività di peer tutoring destinato agli insegnanti degli istituti scolastici individuati nei tre ambiti.

Cesvi inoltre, intende consolidare e ampliare le attività di mentoring già in corso di sperimentazione a Zingonia, estendendola ad un gruppo identificato donne di origine straniera, allo scopo di incoraggiare un processo di cambiamento individuale e collettivo partendo dalla valorizzazione dai vissuti dei cittadini, rendendoli consapevoli delle loro potenzialità e del ruolo di possibili agenti di cambiamento sociale.

Le donne destinatarie dell’intervento – identificate in collaborazione con i servizi sociali e scolastici oltre che con partner di progetto tra quelle maggiormente vulnerabili –  verranno affiancate in un percorso che permetterà di rafforzarne le competenze educative, facilitare la relazione con l’istituzione scolastica e con le altre famiglie del territorio.

L’azione prevede anche la produzione di linee guida per la realizzazione di attività di mentoring da promuovere all’interno dei servizi sociali e scuole dell’Ambito di Dalmine.

JOB DESCRIPTION

La persona individuata lavorerà in qualità di Supervisore Peer Tutoring in 6 Istituti secondari superiori di Bergamo e provincia coinvolti nel progetto FA.MI.RE.DO, seguendo:

– Definizione degli strumenti necessari all’avvio del programma di peer tutoring;

– Mantenimento delle relazioni con gli istituti scolastici, collaborando con gli insegnanti individuati per l’organizzazione, anche logistica, del programma;

– Organizzazione e supervisione degli incontri tra tutor e tutorati, nel rispetto delle richieste del donatore (fogli presenza, consegna materiali, etc);

–  Preparazione del toolkit sul peer tutoring e restituzione alle scuole;

– Collaborazione nella risposta alle richieste gestionali di progetto (partecipazione scrittura report, monitoraggio, etc).

Inoltre, lavorerà come referente del programma Mentoring ricoprendo i seguenti task:

  • Implementazione delle attività di mentoring previste dal progettoFA.MI.RE.DO nel territorio di Zingonia (BG), Ambito di Dalmine;
  • Coordinamento delle attività del formatore/supervisore;
  • Redazione di linee guida relative all’implementazione di azioni con l’approccio del mentoring
  • Collaborazione nella risposta alle richieste gestionali di progetto (partecipazione scrittura report, monitoraggio, etc);
  • Coordinamento con enti e partner del progetto.

Nella realizzazione del proprio lavoro si coordinerà con il Responsabile di Progetto per Cesvi.

L’avvio della collaborazione è previsto a marzo / aprile 2021.

N.B. – L’inizio delle attività proposte nel progetto è subordinato al nulla osta a procedere da parte delle scuole secondarie individuate.

Si invitano le persone interessate a inviare la loro candidatura tramite il sito entro il 14/03/2021.

REQUISITI ESSENZIALI

Per le attività di Supervisore Peer Tutoring:

Pregressa esperienza nel ruolo di educatore/mediatore/formatore

Pregressa esperienza nel lavoro con adolescenti di origine straniera, tra cui neo-arrivati in Italia, in contesti educativi formali (scuole) e non

Conoscenza delle modalità di funzionamento delle istituzioni scolastiche

Per le attività di Referente Mentoring:

Pregressa esperienza nel ruolo di coordinamento e implementazione di attività nell’ambito di progetti di integrazione

Gestione budget di progetto e produzione di reportistica

Competenze interculturali e relazionali

Competenze interculturali e relazionali

Capacità di lavoro in rete

Buona conoscenza del pacchetto Office (word, excel, power point, outlook) e degli strumenti di navigazione e comunicazione in internet

Proattività

Flessibilità

Automunito

REQUISITI DESIDERABILIPregressa esperienza in programmi di peer tutoring o programmi di mutuo aiuto tra adolescenti

Conoscenza delle dinamiche migratorie a livello locale (Bergamo)

Pregressa esperienza nel lavoro con donne di origine straniera

Conoscenza di una seconda lingua (a titolo preferenziale inglese, francese o arabo)

SAFEGUARDING
Cesvi ha un approccio di tolleranza zero verso qualsiasi danno o sfruttamento di un bambino o di un adulto vulnerabile da parte del nostro staff, dei nostri rappresentanti o partner.
L’impegno di Cesvi ad essere un’organizzazione sicura inizia con il processo di reclutamento del personale che include controlli meticolosi, come i controlli del casellario giudiziale o il controllo della divulgazione di condanne precedenti, per garantire che i bambini e le persone vulnerabili siano salvaguardati e che gli abusi siano prevenuti. I controlli di salvaguardia fanno parte delle prestazioni del processo di selezione.

A causa dell’elevato numero di candidature ricevute, non ci è possibile dare un riscontro a tutti i candidati. Solo i profili che rientrano in shortlist e contattati per un primo colloquio verranno aggiornati sullo stato della loro candidatura.