La ricchezza di risorse naturali è preziosa per lo sviluppo produttivo ed economico dei Paesi del sud del mondo.

Tuttavia povertà, disuguaglianze ed eccessiva crescita demografica portano spesso al degrado ambientale impedendo uno sviluppo sostenibile dei Paesi.


Da sempre orientato alla tutela dell’ambiente e sviluppo sostenibile, al rispetto della biodiversità, Cesvi lavora in Sudamerica, Africa e Asia con le comunità locali affinché siano fautrici di uno sviluppo rispettoso della propria terra, in armonia con l’ambiente circostante.

Promuovere uno sviluppo sostenibile, garantire la tutela ambientale e una gestione corretta delle risorse naturali sono alcuni tra i principi chiave che guidano Cesvi.

Fin dalla nascita una delle nostre priorità è stata l’attenzione al tema ambientale e allo “sviluppo comunitario” nelle zone transfrontaliere. Tra le aree in cui operiamo, il Parco del Grande Limpopo al confine tra Sudafrica, Zimbabwe e Mozambico, e l’area MAP (Madre de Dios, Pando, Acre) tra Brasile, Perù e Bolivia: aree dove la ricchezza delle risorse naturali è una leva sulla quale costruire lo sviluppo e il futuro di intere popolazioni.

Il nostro approccio prevede attività di ricerca fondamentali per acquisire una conoscenza scientifica approfondita dell’ambiente, così come del contesto sociale, culturale ed economico locale. Questo ci permette di trovare soluzioni sostenibili, durature e tecnicamente adeguate ai problemi ambientali. Allo stesso modo è necessario lavorare a stretto contatto con e per le comunità native e le istituzioni locali, da un lato per acquisire da loro conoscenze, insegnamenti e pratiche tradizionali, dall’altro per sensibilizzarle al rispetto delle risorse e rafforzarne le competenze, anche in termini di autonomia nella gestione sostenibile del territorio.

I nostri progetti includono inoltre:

  • corsi di formazione: per rafforzare le competenze delle comunità e delle istituzioni locali;
  • promozione della partecipazione comunitaria: per favorire i processi decisionali e introdurre sistemi di gestione delle risorse ambientali e di tutela dell’ambiente adatti al territorio;
  • attività di sviluppo economico su piccola scala: per identificare e promuovere attività economiche legate all’ambiente che diano reddito alle comunità locali;
  • costruzione di infrastrutture rurali: per soddisfare i bisogni dei gruppi sociali più poveri residenti nelle aree dei progetti di sviluppo eco-sostenibile.

 

Guarda la photogallery