Terremoto in Nepal: ricostruiamo Thame

thame1

Thame è un villaggio della valle del Khumbu. Si trova sopra a Namche Bazar, capitale del popolo sherpa, lungo l’antica carovaniera che porta in Tibet. È un piccolo villaggio di 500 persone. La scossa di terremoto del 25 aprile ha causato danni al 90% delle abitazioni, ma la seconda scossa del 12 maggio ha portato effetti devastanti. Una grande frana ha trascinato a valle molte case, mentre le altre sono definitivamente crollate.

Thame non è meta turistica, non ha strutture di accoglienza per turisti, è un villaggio “di passaggio” dove abitano le famiglie degli sherpa che portano i turisti verso l’Everest e le grandi montagne. Quando sai che lo sherpa che è con te viene da Thame, sai di avere a che fare con uno “forte”.

Alcuni di questi sherpa sono tecnici presso il Laboratorio Piramide dell’Everest. Hanno continuato a percorrere i sentieri della valle del Khumbu, hanno imparato a gestire prima la struttura, poi gli impianti, infine le strumentazioni, hanno contribuito in questi anni, con le loro conoscenze, la loro costante presenza nel Laboratorio e la loro passione nel controllare dati e strumentazioni, a condurre ricerche scientifiche di grande importanza internazionale.

L’associazione EvK2CNR, insieme al Cesvi, ha lanciato una raccolta fondi con l’obiettivo di ricostruire Thame, uno dei moltissimi villaggi nepalesi dai nomi sconosciuti messi in ginocchio dalle ripetute scosse di terremoto.

In questo momento Gianpietro Verza, responsabile tecnico di EvK2CNR, si trova nei pressi del villaggio e ci ha mandato le immagini che vedete in queste pagine. Immagini che non necessitano di altri commenti e che ci hanno spinti a convogliare i nostri sforzi di raccolta fondi e risorse verso questo villaggio.

Puoi offrire subito il tuo sostegno: dona online!

Oppure scegli uno degli altri canali di donazione:

  • in posta: c/c postale 772244 intestato a Cesvi Onlus, causale “Nepal: ricostruiamo Thame
  • in banca: c/c bancario UBI – Banca Popolare di Bergamo IBAN IT 14 T054 2811 1010 0000 0001 000 – causaleNepal: ricostruiamo Thame
  • con carta di credito: Numero Verde 800.036.036 (dal lunedì al venerdì, dalle 8:30 alle 18:30)

Puoi dare il tuo aiuto anche attaverso i canali di donazione di AGIRE:

  • Numero Verde 800.132.870 (dal lunedì al venerdì dalle h.09.00 alle h.18.00)
  • On-line: con carta di credito, Paypal o PagoInConto (per clienti del gruppo Intesa Sanpaolo) sul sito www.agire.it
  • Banca: conto corrente Banca Prossima IBAN: IT79 J 03359 01600 100000060696 – causale: Emergenza Nepal
  • Posta: con bollettino postale sul conto corrente postale n. 85593614 bonifico postale al seguente IBAN:IT 79 U 07601 03200 000085593614 intestato ad AGIRE ONLUS – 1, Via Aniene 26/A – 00198 Roma – causale: Emergenza Nepal

Questa comunicazione si inserisce nel quadro delle iniziative coordinate da AGIRE – Agenzia Italiana per la Risposta alle Emergenze all’interno dell’appello di risposta al Terremoto in Nepal. AGIRE è il coordinamento di 10 tra le più importanti organizzazioni non governative che rispondono in maniera congiunta alle gravi emergenze umanitarie. Maggiori informazioni su www.agire.it.